30 agosto 2005

Ippodromo di Salsomaggiore

Questo interessante ripieno di aria fritta viene dall'organizzatrice del concorso di Miss Italia, riguardo alle eventuali scommesse sul concorso:

"Sappiamo che per legge esiste la possibilità ma il nostro parere è negativo: noi cerchiamo da sempre di valorizzare le ragazze che invece, con le scommesse, sarebbero trattate come cavalli"

1) È evidente che non ne sa una fava, visto che si scommette su chi vince una competizione. Non mi pare di aver visto cavalli giocare a calcio o tennis, e se serve possiamo chiedere a Maria Sharapova se si sente un cavallo (mi offro volontario).

2) Il fatto di sfilare mezze nude, valorizza
chiaramente le caratteristiche umane delle ragazze.

3) Se è un concorso di bellezza, che vinca la più bella, e ci dimostri che lo è andando in giro mezza nuda, non ce ne frega niente di come parla o cosa ne pensa della manutenzione degli argini di New Orleans. Altrimenti, si faccia come i soliti yankees, che eleggono Miss USA (requisiti: essere un gran pezzo di gnocca), e Miss America (requisiti: essersi distinta socialmente, non di rado vincono ultratrentenni).

1 commento:

  1. davvero!!!! complimenti.. (stendiamo un velo pietoso sui concorsi di bellezza..)

    RispondiElimina