8 settembre 2005

Gerry's advices so far

Allora, ho visto:

Lei, l'arma finale: bambine su cui ricade il destino del mondo (una volta erano maschi), ho notato una certa differenza tra le scene in campo lungo, molto definite, e quelle ristrette, dove c'era un po' d'approssimazione (voluta?). Da promuovere.

Texhnolyze: che palle! E poi i tubi gocciolanti, il neon che non fa bene contatto, i corridoi bui, originalità innanzi tutto? Respinto.

Gunslinger Girl: tristissimo (mamma mia, bambine killer), la protagonista ricorda un po' Ayanami di NGE, ma mi è piaciuto, per ora più di tutti.

Domanda delle cento pistole: perché in ogni anime made in japan ci sono sempre frequenti inquadrature di pali della luce e/o telefono??

2 commenti:

  1. Lei, l'arma finale
    Si, il disegno è volutamente approssimato

    Pali della luce
    Noi europei abbiamo la mania di interrare tutto.
    Un accrocchio del genere in Italia sarebbe impensabile. Invece in Giappone se ne vedono.

    I pali fanno parte del paesaggio in Giappone

    RispondiElimina
  2. Credo che tutto sia nato con Neo Genesis Evangelion. John

    RispondiElimina