17 settembre 2005

I don't care if monday's blue ecc.

Stasera verrà lei.
E stasera si balla.
Traffico delle grandi occasioni, chissà perché, il venerdì in genere è meno incasinato.
Alla cassa carburanti della Q8 sull'A24 turnano tre ragazze: una bella, una brutta, una uguale a Nicoletta Braschi.
Oggi c'è quella bella, ma ha delle scarpe inguardabili.
Passo la giornata tra MDB e SELECT FOR UPDATE.
Non mi va di andare in scooter, e poi "ho comprato la macchina apposta".
Piove.
Lei non verrà, si sente poco bene.
Mi ero dimenticato quanto fosse divertente cantare Don't You Want Me di Human League.

Don't you want me babe
Don't you want me, ooooooooohhh

8 commenti:

  1. E non te la prendere ,dai!
    Dai che stanotte c'avete la notte bianca;-))

    RispondiElimina
  2. Don't you want me baby....
    Sì, la canto spesso anch'io ;-)

    RispondiElimina
  3. Se Maometto non va alla montagna...
    Insomma, il senso è quello.


    Select distinct count(*) ...

    RispondiElimina
  4. the white night? che belle cose che vi fa fare Ualter Ueltroni! ;-)

    RispondiElimina
  5. Pensandoci a posteriori, la notte bianca, almeno qua a Milano, l'è stato solo un bel gran casino.
    Un macello inverecondo, tanto per dire 'io c'ero'.

    Mica c'è bisogno della festa comandata dal sciur borgomastro per potersi divertire.

    RispondiElimina
  6. è un grande classico. john

    RispondiElimina
  7. Io mi sono divertito abbastanza alla White Night di Milano.

    Specie quando abbiamo dato l'assalto alla stazione della metro di Lampugnano. Mi sono sentito un po' come alle 5 giornate...

    RispondiElimina
  8. Era la notte prima della "Bianca".
    Su questa ho un post da scrivere ma lo posso fare solo dall'ufficio.

    RispondiElimina