30 maggio 2006

Ma quale Emilia e Toscana?

Credo che lo scettro delle province rosse debba essere ceduto a Crotone honoris causa.
Sindaco.
Camera.

29 maggio 2006

Le fasce

Arrivano due gruppi, c'è il gruppo giovane, il gruppo meno giovane.

Mi inserisco nel meno giovane, attratto da una ragazza che chiede delucidazioni a due ruote. Nella conversazione rimango spaesato, scopro con sgomento che la tapina porta un MBK Ovetto 100, un trabiccolo a due tempi della preistoria dello scooterismo.
Prendere nota, il gentil sesso riesce a far muovere mezzi di trasporto che non passerebbero la revisione neanche in Nigeria, rimango sempre stupito, e spendo una fortuna in tagliandi.
Poi la conversazione va a finire su contratti a progetto e saponage, 'sti trentenni sono proprio una palla, mi dirigo dai giovani.

Vent'anni fa, un decreto legge passato inosservato ha stabilito che sono ammesse soltanto le ragazze carine.
Di più, sono splendenti, dolci, gentili, non c'è un solo dettaglio lasciato al caso.
Ancora di più, dominano il gruppo, dettano temi e tempi della conversazione a uomini tutti uguali, che vanno tutti allo stesso negozio di abbigliamento e dallo stesso barbiere.
Sono assalito dal paragone con le mie coetanee di dieci anni fa, che invidia, lagnarsi nei commenti, grazie.

Emerge una tipa con capelli da diva del muto e occhioni da fumetto, pretenderà in seguito di essere accompagnata in bagno al piano di sopra per non andare da sola.
Adorabile anzichenò.
Dopo un'oretta è già ubriaca, si toglie gli scomodi tacchi, si mette delle infradito argentate e balla in giardino al ritmo di un orrendo unz unz che viene dall'auto del rollatore in servizio permanente.
Sembra di stare ull'UFO o al Marquee quando suonavano i Pink Floyd.
Quando i Pink Floyd suonavano all'UFO o al Marquee, probabilmente nascevano i suoi genitori.

Il finale è con un meno giovane intrufolato tra i giovani, che ribadisce a più riprese di sapere quando fermarsi, ribadisce lui dopo ogni bicchiere di Est Est Est.
Lo ritroviamo abbracciato al cesso, occhi abbottati, voce strascicata.
Risiede al confine della provincia di Viterbo, nessuno si sogna di portarcelo, ma tutti si sognano di immortalarlo impietosamente con i telefonini.
Sono tentato di prendere la macchina e lasciarlo nella piazza del suo paesello, alla fine lo scaraventiamo alla meno peggio su un divano.
Pare sia tornato nel regno dei vivi, ma io non ho sentito niente, dormivo, e sognavo una ragazza di vent'anni che aveva uno scooter a quattro tempi, e mi chiedeva se le rimediavo qualcosa dei Pink Floyd.

28 maggio 2006

Ce soir

La luna è una falce sottilissima, sembra fare il giro, come un eclissi.
È un fenomeno astronomico che ha un nome che non ricordo.
Anonimo o no che sia, è bellissimo.

25 maggio 2006

De governo

Una raffica di poltrone e deleghe che neanche il Forlani dei tempi migliori, discussioni da bambini per dividersele.
Se andate a vedere la pagina web del governo, la penosa mancanza di link dei nuovi ministeri rende l'idea.
Vai con il Prodi II.

Vicepresidenti: ridicola carica che non si sa a cosa serva (chi lo sa è pregato di fare un fischio). Addirittura condita da passi indietro.
Se Fassino continua così, arriva in Puglia.

Difesa
Parisi. Misterioso politico di cui l'unica cosa che si sa è l'essere un fedelissimo di Prodi. O è un genio e non ce ne siamo accorti, o è un bluff. Sta in un ministero assai delicato, speriamo bene.
Piccola parentesi, a questo ministero puntava, pare, la Bonino, ma il miglior comico della coalizione se ne è uscito dicendo che alla Difesa non gli stava bene una favorevole alla guerra. Perché, come tutti sanno, siamo andati in Iraq a causa di Martino che era favorevole alla guerra.
Il rapporto stronzate/dichiarazioni di Diliberto è pericolosamente vicino al 100%.

Politiche europee e commercio internazionale
Ha il portafoglio o no? La povera Bonino messa a fare una cosa che comunque conosce, ma meritava di più.

Politiche giovanili e attività sportive
Vi rivelo un segreto che sanno in pochi: la Melandri odia a morte il CONI, come istituzione. Non poteva capitargli di meglio.

Affari Esteri
Poco da dire sul Massimone, anche se è un ministero molto scenografico ma con poco potere. Qui però io avrei messo la Bonino.

Interno
Per chi scrive è il ministero più potente, questo e la Difesa gli unici a essere in servizio permanente. A parte i casi di Maroni e Scajola (infatti durati pochissimo), è sempre stato occupato da un politico di lunga esperienza, e ci mancherebbe.
Cosa c'è di strano se c'è Amato?

Giustizia
Ministero pericoloso, ponte tra due poteri che si vogliono indipendenti. Anche qua necessario un esperto, e sarebbe stato sbagliato mettere un ex magistrato.
Certo, c'era di meglio del casertano, ma peggio di Castelli è difficile fare.

Economia e Finanze
Io spero che riesca a lavorare.
Grave errore mettere Visco, pregiudicato, a fare il sottosegretario.

Università e Ricerca e Salute
Vale a dire Mussi e Turco.
Avete presente "Mussi che sei 'n'embrione te?".
Ecco.

Beni e Attività Culturali
Il bene è lui, l'attività culturale la sua contemplazione. Certo che per uno che puntava all'Interno...

Solidarietà sociale, Lavoro e Previdenza Sociale, Politiche per la famiglia
Tre ministeri da uno, più che altro un'agenzia di collocamento. Si copre tutta la coalizione da una democristiana a un rifondarolo. Che volete di più?
Quando Epifani verrà a Roma gli ci vorrà una settimana a finire il giro.

Trasporti
In ogni gruppo che si rispetti c'è il fesso, ed eccolo qua.
Sproloquia senza neanche aver avuto la fiducia sul Ponte sullo Stretto, e oggi sul Corriere delira sulle emozioni che gli provoca il discorso di Castro del primo maggio ("So anche che esiste una fetta di diritti civili che non vengono rispettati", una fetta, stellare).
Quando l'ho visto la prima volta ho pensato a Zichichi, quello imitato da Crozza.
Mi sa che ho sbagliato per difetto.

Affari regionali e autonomie locali
Chiudo con una che mi piace, Linda Lanzillotta.
È stata per tanto tempo assessore al bilancio qui a Roma, e siccome a bilancio siamo messi meglio di un bel po' d'Italia, mi immagino abbia lavorato bene.
È una blogger, e sul suo blog dice che tra i suoi film preferiti ci sono Arancia Meccanica e Easy Rider. Già l'amo.
Ha una caratteristica della gente delle sue parti (è calabrese): lavora molto e parla poco.
Da tenere in considerazione per Visco, Turco e Bianchi (per ora).

Trova le differenze

Processo stranamente lungo per gli standard americani, ma vada come vada, vedranno la luce del sole tra molto tempo.
Negli articoli a margine tutta la storia dell'azienda e del processo.

Present tense

In questo momento ho in mano una cosa azzurrina con scritto Pistoia 20 settembre 2006 Posto Unico.

(Sì, l'hai messo pure te, però il mio titolo è meglio del tuo).

IHMS: nazionale 2006

Le foto di Hellgate e Bugy.

Cantieri per grandi opere

Lavori stradali
No, non è la linea C della metropolitana.
La strada di casa mia è una specie di groviera, ed essendo privata, il comune giustamente non ne attappa le buche.
Quindi, con i finanziamenti messi a disposizione dalla legge obiettivo n.6 del 16/6/2006, con il parere positivo del CIPE, e con la benedizione in molisano del nuovo ministro per le Infrastrutture Ma Senza Trasporti Ma Con Il Mose Di Venezia Ma Senza Il Ponte Di Messina, #6 padre ha potuto dare inizio ai lavori.
Il padellone è stato sottratto a #6 madre, per quanto riguarda il brecciolino se ne ignora la provenienza.
Il numero di buche rese inoffensive è pari a 2.
#6 ha eseguito il collaudo scendendo in scooter per la discesa.

Stato sociale

Stamattina, al bar dell'autogrill dove mi ero fermato a far benzina, un tizio ha lasciato al barista un Euro e venti di mancia.

23 maggio 2006

IHMS: nazionale 2006

Le foto di VeMa.

Playoffs 2006

È stato difficile, quest'anno le finali NBA sono veramente combattute, chi scegliere?
Migliaia di videocassette di partite, regular season, playoff, e all fine credo di aver deciso.
Quest'anno tifo Miami.

Una settimana in analisi (9)

Interrompo per un attimo la sequenza di post sul raduno nazionale.
Grazie a un sottotitolo tenuto per qualche giorno, mi sono ritrovato queste chiavi di ricerca:

le+chiedo+di+uscire
+"vorrei+chiedere+di+uscire"
chiedere+di+uscire

Ora, io sono impedito e lo so da tempo, ma qui è un'epidemia.

IHMS: nazionale 2006

Le foto di The Pool.

IHMS: nazionale 2006

Le foto di Giulio GMDB©.
(Giulio GMDB©)

22 maggio 2006

IHMS: nazionale 2006

Le foto di Jacops (Sua Entità).

IHMS: nazionale 2006

Le foto di Astruso.

IHMS: nazionale 2006 (report mio)

Partimus

Blubbo: "rega' io devo passa' per paesello burino mio, che devo pija' er ciambellone pe' zzerocento"
#6: "vabbe' tanto 'a strada 'a sapemo"
"sì, però quanno stamo da 'e parti der ponte sfonnato, state attenti che se scivola e poi annate pe' cicoria"
"che è er ponte sfonnato?"
"c'hai presente un ponte"
"sì"
"ecco, quello è sfonnato"

Er crollo de 'a tecnologgia (1)

Er Gillo: "allora, dovete sta dietro a quelli cor giubbetto dell'anas, avete capito? nun li dovete supera', se li superate ve faccio a righe come er motorino de quello svizzero, vabbe'?"
"sì, ma do' dovemo anna'?"
"nun ve preoccupate, c'avemo er satellite, e tutti quelli dell'anas c'hanno er coso, come se chiama, er gipizeta, tutti uguali, così nun se sbajamo"

Er crollo de 'a tecnologgia (2)

Uno cor motorino: "embe', so' du vorte che ce fermamo!"
Un'artro cor motorino: "aspe' er gipizeta dice che dovemo gira' de qua"
"ma nun dovevamo passa' pe' Monculo Sabina?"
"no, era pe' Rocca Cannuccia"
"guarda che l'hai messo all'incontrario"
"vabbe' ho capito, famo come l'antichi, spegni 'sto coso che sinnò magnamo ar mec donald"

Er crollo ebbasta

Uno co' 'na moto: "a rega', er Maggella è annato pe' cicoria"
Uno co' 'na moto più grossa: "li mortacci! s'è fatto male?"
"no, nun s'è fatto gnente"
"e 'a regazzina?"
"sta mejo de lui"

Tornamus

Un'abbruzzese: "allora è deciso, annamo fino ar paese de vema, e poi famo 'a salaria"
#6: "ma ieri avevamo detto 'a flaminia, però passavamo pe' fabbriano, er paese de 'a carta pe' disegna' da regazzini"
"infatti, famo tutta la flaminia da fano"
"ma nun era la salaria?"
"no"
"vabbe', fate come ve pare, io sto dietro a blubbo, basta che nun core"

(Il tempo passato in scooter è tanto che l'essere fermi è innaturale per alcuni minuti)
(Dovunque si faccia il raduno 2007 voglio le tre portinaie dell'Hamiltown)
(Dopo la quarta Beck's ho sparato una frase tipo: "Quel che si può raccontare non è successo", prendetela per quel che è, può tornare utile in generale)
(Buttate i navigatori nel mare di Cattolica, pochi noteranno la differenza)
(La SS3 Flaminia, fatta senza mezzi pesanti rompiscatole, sa farsi ricordare)
(Il Burgman è stato impeccabile)
(La gara di kart un divertimento che non ricordavo da molto)
(La sfilata con lo striscione, una delle cose più surreali che abbia mai fatto, da sobrio)
(La mia sensazione più bella resta sempre quella della gente che ci vede passare in parata, incredula, sorridente)
(I bambini ci salutano, quindi siamo le forze del Bene)
(Durante la premiazione, ho provato della sana invidia per uno, ma non dirò chi e perché)
(Grazie a Gillo per l'organizzazione, e a chi c'era perché c'era)

IHMS: nazionale 2006

Le foto di Muccio.

17 maggio 2006

Figuratevi

Sapete cosa sono i contributi figurativi?
Be', lo sappiate o no, i contributi figurativi sono contributi previdenziali, cioè che vanno sulla pensione, ma in realtà non ci sono.
Non svenite, quello che non c'è è il contributo da parte vostra, non che avete contribuito ma poi vi fanno marameo.
In pratica, ve li ritrovate versati ma voi non avete versato una mazza.
Bello, vero?

Già, peccato che non è sempre domenica, e i contributi figurativi esistono solo per determinati periodi, che trovate qui.

Un saltino indietro.
Nel 1996 va in vigore la riforma Dini, che stabilisce una soglia di diciotto anni di contributi per decidere il trattamento pensionistico.
In breve, se prima del 1996 avevate 18 anni di contributi la vostra pensione sarà calcolata con il sistema retributivo, se non avevate niente sarà calcolata completamente con il sistema contributivo, se avevate lavorato meno di 18 anni sarà calcolata con una complicatissima via di mezzo, un po' retributivo e un po' contributivo.
Non scendiamo nelle differenze tecniche tra i due trattamenti, vi basti sapere che "retributivo è meglio", cioè la pensione è più alta, che poi è la verità.

Ora, poco dopo aver inziato a lavorare dove sono ora, un collega mi dice che l'INPS aveva attivato i servizi sul web. Erano tempi che Internet non era proprio cosa di tutti, e io immediatamente mi iscrivo. Chi sei, dove sei nato, dove abiti, ecc.
E navigo in un serie di belle schermate con indicati i miei periodi lavorativi (in verità non molti, all'epoca).

Dopo un po' di giretti mi va l'occhio su un link che permette la richiesta di accredito del servizio militare, che è appunto un contributo figurativo.
Rimedio il congedo, e per fortuna che mia madre si tiene tutti i pezzi di carta importanti se no chissà dove l'avevo buttato, e riempio il modulo.

Bene, passa un tempo inaudito, almeno due anni, e mi trovo un email che dice: "Caro signor Numero 6, le abbiamo accreditato il militare", e una successiva missiva (di carta) mi conferma il fatto.

Ecco, qui arriva il bello.
Per la riforma Dini qualunque contributo (figurativo o no) prima del 1996 dà diritto al calcolo con il sistema misto.
La cosa è interessante perché il mio primo contratto è del 1999, quindi senza la difesa dei patrî confini avrei avuto la pensione calcolata completamente con il sistema contributivo.
Invece, grazie a quell'anno in giro tra La Spezia, Taranto e un paio di caserme a Roma, mi applicano il sistema misto.

In tutto questo, io non ho mai visto un ufficio INPS.
Tutto comodamente dietro a un monitor.
Il massimo risultato (insomma...) con il minimo sforzo.
Dovreste provare.

16 maggio 2006

Omoggeneo

Sono un tre quattro giorni che l'unica cosa di cui sento parlare intorno a me è l'affaire Moggi.
Non lo dico per iperbole, è proprio l'unico argomento, trasversale a età e sesso.

15 maggio 2006

A saperlo me la bevevo stamattina

Birra da due litri
BOA è il Birrificio Artigianale Ostiense.
In realtà cercavamo di far confessare i dettagli porno di un'uscita a una nostra amica, ma niente.
Niente perché non c'erano proprio i dettagli.

Ho deciso di prendere la specialità del giorno, che era qualcosa con lo zucchero di canna, e m'hanno portato 'sto coso da due litri.
Però l'ho finito.

13 maggio 2006

Ma vedi d'annattene

KEITH JARRETT – piano solo
19 LUGLIO 2006
TEATRO LA FENICE DI VENEZIA

PREZZI BIGLIETTI KEITH JARRETT:
Platea e Palchi Centrali Ordine Parapetto: €190,00
Palchi Centrali Ordine Dietro: €180,00
Palchi Laterali: €150,00
Loggione e galleria centrali: €120,00
Scarsa Visibilità: € 60,00
Visibilità nulla/posti d’ascolto: € 40,00

(copiata fresca fresca da it.arti.musica.rock)

12 maggio 2006

Risposta a due SMS

Sai cosa chiede un tifoso?
Di giocarsela.

Non conta essere un eterno vincente, conta essere lì, tanto il giorno dopo si ricomincia, un'altra finale, un altro derby.

Cosa potevamo chiedere di più?
Finiremo con il secondo attacco, e abbiamo giocato mezzo campionato senza attaccanti titolari, le 11 vittorie consecutive, e per un po' di tempo il più bel gioco della serie A, senza paura di smentite, con la stessa squadra che l'anno scorso si è salvata alla penultima giornata.
Forse posso rimproverare l'uscita dalla UEFA con quegli scarpari del Boro, ma cambia poco. In queste condizioni il Siviglia ci avrebbe comunque piallato.

Anche nella partita di ieri, i migliori piedi, De Rossi e Totti, in panca, la coppia centrale inventata lì per lì.
Eravamo stanchi morti già dall'andata, non ci credevo assolutamente, e poi quel tiro assurdo di Cambiasso.

Te ne sarai accorto anche tu, eravate forse per la prima volta schierati decentemente. Quando ognuno sa quel che deve fare e lo fa bene, non serve neanche un attaccante sovrappeso e svogliato, che infatti non ne ha azzeccata una.
Appena troverete un allenatore che capisce questo semplice principio, smetterete di guardare la Juve da venti punti dietro.
E sì, lo so che lo cercate da anni.

Siccome però il calcio è un mistero per iniziati, noi siamo contenti, e voi finite a litigare. I profani si chiederanno perché, ma noi due lo sappiamo.
Con calma mi appresto ai mondiali, la maglia azzurra mi rilassa, e poi sono romanista, a me basta festeggiare ogni vent'anni.

11 maggio 2006

Il cuore nero

Tre concerti in una sola serata, che mi pare il minimo dopo un po' di digiuno.

Il locale di questa sera è il Qube, che come al solito merita una breve descrizione.
Esiste da molti anni, e a Roma la sua fama è dovuta in buona parte a Muccassassina, serata organizzata storicamente dal circolo Mario Mieli, faro del GLBT romano.
Nei suoi anni d'oro la festa attirava in realtà gente di ogni orientamento, e resta oggi un punto di riferimento, rigorosamente di venerdì.

Il Qube è un palazzo di aspetto industriale, e anche l'arredamento interno è fatto con ponteggi di metallo e macchine utensili. Visto da fuori, in mezzo ai brutti palazzoni del quartiere, è un pugno in un occhio.
Dal balcone del terzo piano si gode una splendida vista sui magazzini dell'Istituto Sperimentale delle FS.
Una specie di Beaubourg di Portonaccio, insomma.

I primi sono i Fine Before You Came, gruppo milanese che si presenta in veste acustica, inusuale per loro.
Fanno sei pezzi, alcuni molto belli.
Ho scaricato alcuni mp3, ma li preferisco live come ieri, dove prendono uno stile un po' psichedelico.

Seguono i Black Eyed Susan, con il nome che suscita ironie per l'assonanza con dei noti cazzari americani (che non cito).
Meno interessanti, in alcuni tratti sono un po' "sonici", e cantano tutti tranne il batterista.
Musica a parte, le cantanti tristi tipo il - mondo - è - maschilista - quello - stronzo - mi - ha - mollato - e - ho - anche - le - mie - cose avrebbero anche fatto il loro tempo. Consiglio una svecchiata estetica.

Il clou alla fine (è mezzanotte e un quarto), i Black Heart Procession, che è il motivo per cui eravamo lì.
Il nome già indica un po' dove si va a parare.
Appena salgono sul palco si capisce che sono californiani (serve una lunga esperienza ma il gruppo californiano si riconosce), sono ben attrezzati, piano elettrico, violino, PC.
Io conosco sì e no quattro canzoni.
Difficile descriverli, possiamo buttare lì una specie di western psichedelico, i ritmi sono quasi sempre lenti, ma non ci si annoia mai.
Su tutto, la voce squillante del cantante, curioso contrasto con una musica decisamente plumbea.
Consiglio, e c'è un po' di roba, sono al quinto album.

Finisce che vado a dormire alle due e tre quarti.
Ma il pomeriggio avevo visto una ragazza talmente bella su una Vespa talmente scassata, da farmi sorridere ancora stamattina.

10 maggio 2006

Poi dicono

Leggete questa, e poi leggete questa.

Sì, lo so che ne ho già parlato, ma questi del Polygen si meritano anche un doppio post.
Mi raccomando, i comuni lombardi e i coatti.

9 maggio 2006

Calendar de 'sta fava

Con il Google Calendar nuovo di trinca, mi sono messo un reminder per una cosa che avevo da fare al lavoro stamattina, verso le 10.30.
Mi è arrivato il reminder.
Alle 22.20.

Riforma della giustizia

Ecco, prendiamo che si trovi il cadavere di una donna, assassinata s'intende.
Era sposata/fidanzata/convivente e ha lasciato in tempi recenti il marito/fidanzato/compagno?
Condannatelo.
Direttamente.
Senza processo.
A che servirebbe?

8 maggio 2006

Splinderati

Ho la sensazione che i vostri feed Atom siano andati a donne di dubbia morale.

7 maggio 2006

Reportz

Matrimonio 1

Perché c'è sempre almeno una ragazza che quando entra la sposa dice "è bellissima"?

Dialoghi:

#6: "Io ho fatto Scienze dell'Informazione"
Commensale: "Anch'io. Dirigente anche lei?"

Matrimonio 2

L'amico D è uno che è stato alcuni mesi in ogni posto del mondo, facendo in genere un lavoro assurdo.

Bolzanina Perculata: "Sei mai stato in Germania?"
D: "Sì, a Monaco di Baviera, per la raccolta delle zucche"

Dialoghi:

Femme Fatale Barese: "La notte non ci vedo bene"
#6 (pensando): "Sei cecata, e non ti metti gli occhiali perché sei vanitosetta. Ma la tua parte migliore non è di quelle in genere si coprono con gli occhiali"
#6 (parlando): "Ah, ho capito"

Ma la migliore:

A: "È sulla Tiburtina, gli ho detto che può mettere sul mio conto"

4 maggio 2006

Google Latium (8)

Galeria Antica
Il monumento naturale di Galeria Antica è un piccolo parco creato intorno alla città morta di Galeria.
Della sua storia non si sa molto, forse è di fondazione etrusca, comunque è stata abbandonata nel XVIII secolo.
Si trova andando verso Bracciano, quasi nascosta tra la stazione della Radio Vaticana, il centro ricerche di Casaccia dell'ENEA e la sterminata zona militare di Cesano.
È un posto incredibile.
Forse un indovino aveva rivelato questo futuro agli abitanti, che hanno preferito svignarsela per tempo.

(Dato che i ruderi dalla foto sono quasi invisibili, qui il kmz)

Galeria Antica: campanile

Galeria Antica: Arrone
(Per questa qui sopra ho rischiato lo scapicollo, guarda cosa non si fa per il pubblico)
Galeria Antica: porta

3 maggio 2006

Fosse una delle due o tre volte che avevi ragione?

Anche a me non convince del tutto, ma voglio aspettare che sia finita.
Perché malgrado le simulazioni 3D, è ancora un cantiere.
Cantiere che è durato quanto quello di una metropolitana.

1 maggio 2006

Here to stay again

"Qualche giorno fa in un talk-show televisivo abbiamo sentito un autorevole membro del governo uscente affermare che il merito di un milione e mezzo di nuovi posti di lavoro creati in Italia nel corso dell'ultima legislatura sarebbe della legge Biagi; e abbiamo sentito un autorevole esponente della nuova maggioranza replicare che la legge Biagi sarebbe, piuttosto, la causa principale dell'aumento del lavoro precario.
Nessuna delle due affermazioni è seriamente sostenibile, se si ragiona sui dati disponibili."


Pietro Ichino, in uno degli articoli più linkati della storia dei blog.
Vi prego, leggetelo fino alla fine.
E se qualcosa vi sfugge chiedete, che quelle forme contrattuali le ho provate più o meno tutte.