2 agosto 2006

La generazione prima della mia ha vinto

Qui trovate la classifica degli album della FIMI.
Si può credere o no alle classifiche, questa è quella "ufficiale", cioè quella usata dai giornali o dalle riviste musicali.
La cosa per me comica, è che figurano tredici - ripeto tredici - album dei Pink Floyd.
In pratica tutta la loro produzione è nei primi 100, e la settimana scorsa gli album in classifica erano quindici.

The Dark Side of the Moon è uscito 33 anni fa, e sempre volendo credere alle classifiche, è all'ottavo posto.
Effetto Barrett magari, ma che raddoppia il ridicolo, dato che Barrett è presente di fatto solo nel primo album.

Io non riesco a vedere un adolescente con le mutande di fuori che ascolta Ummagumma, ma magari è un mio limite.
Questa musica però non viene passata per radio da decenni, non ha video che possano girare su MTV, e in molti casi, anche se non tutti, suona vecchia, nel senso che difficilmente qualcuno potrebbe cantare oggi roba simile.

Ora, o molte cose sentite negli ultimi anni sul consumo musicale guidato dai video e dall'immagine in generale sono delle immani scemenze, oppure nel caso dei Pink Floyd c'è qualcosa che trascende il tempo e le mode, e continuano a esistere bambini che trovano i soldi e la voglia di sentire della musica scritta quando i loro genitori erano poppanti.

(Nella classifica dei DVD i Floyd ne hanno tre nei primi quattro, ma in quel caso si capisce di più, dato che i loro show sono ad oggi quasi insuperabili)
(Grazie a Mariovic per la segnalazione sul NG it-alt.fan.radiohead)

10 commenti:

  1. Ho letto pure io altri articoli in merito che evidenziavano i Pink in classifica con vecchi album. Non penso sia l'effetto Syd Barrett piuttosto si applaude la politica di riduzione prezzi che ogni qualche anno viene applicata ai cd Pink Floyd e per la quale molti ex adolescenti ne approfittano (io lo feci in un'altra estate a "promozione").

    RispondiElimina
  2. Se ti sembra strano che un adolescente ascolti i Pink Floyd è perché sei fuorviato dalla logica del commercio "usa e getta". Con questa stessa logica dovrebbe apparirci strano che qualcuno di noi leggesse, ad esempio, il Faust di Goethe, dato che è "roba vecchia" scritta ben prima che nascessimo... O no? L'arte non ha tempo ;-)

    RispondiElimina
  3. mitici Pink, come mitici e sempiterni sono i deep purple, i led zeppelin ed i genesis...ancora oggi ascoltatissimi...

    la "durata" dei pink floyd io me la spiego anche con una certa ricchezza dei testi...almeno fino a the final cut

    non so se valga come termine di paragone, ma anche i miei amici ed io, al tempo (88/91) sentivamo unicamente pink floyd (e qualche "strano" gli U2...)
    però all'epoca uscì il primo disco dei tre superstiti, e scatenò una passione che, almeno nel mio caso, non si è più fermata (a proposito, se qualcuno mi rimedia il link e2k per il concerto di the wall...evito di scaricarmi pornazzi di rocco sotto falso nome....)
    ciao
    acar

    RispondiElimina
  4. col mio ex marito ci siamo scornati sui cd dei pink. alla fine mi son rimaste le cassette della mia adolescenza, che pian piano sostituisco approfittando di questo rientro nelle mode, coi cd in promozione.
    E sogno la palla con gli specchi del finale, sull'ultimo dvd, grandiosa, da mettermela in salotto.

    RispondiElimina
  5. L'arte può non aver tempo, ma il Faust di Goethe (ma una cosa più allegra?) non staziona da trecento anni tra i libri più venduti.
    Allo stesso modo, di musica importante anche più vecchia ce n'è a bizzeffe, non si capisce perché questo fenomeno riguarda i Floyd in particolare.
    E ammesso che loro siano "speciali", in cosa lo sono, dato che le loro canzoni sono fuori dal circuito mediatico molto di più di quelle dei Beatles o di Elvis Presley (per prenderne due a caso)?

    RispondiElimina
  6. Perchè i Beatles oggigiorno sono robetta pallosa e Elvis sembra preistorico.

    RispondiElimina
  7. I beatles da rubber soul in poi mi paiono tutto fuorchè pallosi:-)

    RispondiElimina
  8. Non cominciare ad andare OT come al solito
    :-)

    RispondiElimina
  9. Restiamo IT e diciamo, anzi dico, che la musica dei Pink era epica, è epica e rimarra epica.
    I Beatles erano rivoluzionari, sono nostalgici saranno robetta.

    RispondiElimina