31 ottobre 2007

Le amicizie giuste

Oggi è stata presentata la mascotte dei mondiali di nuoto del 2009.
È una rana, non so quale delle tre che già conosco, ma è sempre bello avere un'amica che fa la mascotte.

Inoltre si chiama Diva, quindi conosco anche il gruppo che ha scritto l'inno ufficiale.

30 ottobre 2007

Una settimana in analisi (17)

È arrivato uno cercando "stimolazione clitoride mal di testa".

Ragazze, cosa gli dico?
Funziona?

Allora basta, non lo voto

La cover di What a Wonderful World è di Joey Ramone da solista, non dei Ramones, è chiaro brutti ignorantoni?

(E comunque io avrei scelto Don't Stop dei Fleetwood Mac, a Clinton aveva portato bene)

28 ottobre 2007

Dive

La "legge dell'ex" è un notissimo luogo comune sportivo che vuole che l'evento decisivo di un incontro sia realizzato da un giocatore che prima vestiva la casacca perdente.
Come tutti i luoghi comuni è in sostanza una balla, una balla che nasconde però l'umano terrore di allevare la serpe in seno.

Non è un invenzione italiana e nemmeno calcistica, ma esiste in tutto il mondo e in tutti gli sport di squadra, anzi, a dirla tutta ha spesso una valenza politica o bellica.
Pare sia anche un tipico argomento di conversazione femminile, ma in questo caso non c'entra.

Ieri sera la Vecchia Signora ha sperimentato una nuova variante della legge, non il classico gol partita al novantesimo, ma il tuffo in area dell'ex.
Mi avessero detto da ragazzino che la Juventus potesse subire due rigori inesistenti, avrei pensato a una cosa tipo il presidente di Confindustria che si lamenta del governo debole.
Una barzelletta.

"Penso a delusioni a grandi imprese, a una Tailandeeeeese"

Così il buon J. J. Abrahams ha pescato anche dal Lucione nazionale, e quella canzone in effetti sembra scritta precisa per il buon Jack.

E mentre ero contento di rivedere la mitica Fionnula Flanagan (se avete meno di trent'anni è inutile cliccare), ho pensato che se fossi una donna il mio preferito sarebbe senza dubbio Henry Ian Cusick (Desmond).

Siccome sono un uomo, la mia preferita è la sua convivente|fidanzata|nonsobene, benché nelle altre foto di lei che che ho visto sembri una mignotta.
Ma non si può avere tutto, no? Metti che succede una cosa impossibile, tipo che mi segano le ultime quattro puntate, lo so che è assurdo, ma poi ci rimango male.

21 ottobre 2007

Tutto sembra tranne che

Jessica Hagy, l'autrice del formidabile Indexed, finalmente ha un volto (e anche un Mac e un marito).

17 ottobre 2007

Posso partecipare?

C'è una poesia di Montale, Meriggiare pallido e assorto, che oltre a essere molto bella contiene uno splendido effetto fonosimbolico. Nell'ultima strofa usa una serie di parole che contengono il suono palatale gl, come travaglio, muraglia, bottiglia, allo scopo di rendere, con la difficoltà del suono, la difficoltà della vita, il "male di vivere".

Ecco, quando si parla di ciclo, la prima cosa che mi viene in mente è che razza di suono tremendo abbiano le parole che lo riguardano. Parole come mestruazione, endometrio, estradiolo, amenorrea, sembrano inventate da un biologo cattivo con lo scopo di terrorizzare con la sola pronuncia.

("Non ti pare di aver esagerato?"
"No, perché?"
"Dai, pure la citazione di Montale, sembra una recensione di Vitaminic.
"Ma che c'entra? Quelle le scrivono con il Polygen...
"E piantala!")


OK, ricomincio.
Noi uomini non sappiamo cosa sono le mestruazioni, e non lo potremo mai sapere, neanche immaginarcelo.
È una delle Differenze, di quelle vere con la maiuscola, quelle che ci rendono quel che siamo per sempre.

Un uomo non modifica se stesso, nasce, cresce, invecchia, e si porta appresso tutto quello che ha.
Nessuna parte di lui muore per rinascere, non prova dolore come condizione, non si divide.
Non si sveglia una mattina con la barba, non si ritrova un pene cinque volte più grande all'improvviso, cambia solo voce e ci mette mesi, mesi in cui sembra doppiato da un altro.

Visto dall'Altra Parte è una ferita che non si rimargina mai, un noioso impiccio che scalfisce la perfezione.
La compassione, la rassegnazione, il sarcasmo, sono solo strade attraverso cui cerchiamo di rimuovere la paura irrazionale che potesse capitare a noi.
Che non è la paura del dolore e del sangue, ma quella del mistero.

Meet the brother

Il nuovo felino di famiglia è stato temporaneamente piazzato in cucina, deserta per lavori in corso.
Rotolandosi tra i calcinacci ha leggermente modificato il suo vello.

#6 cognata: "M'avevate detto che era nero, invece è grigio"
#6 fratello: "Nun è griggio, è zozzo"

Altra scena, coppia di amici con pargolo.

#6 fratello: "Come si chiama?"
Coppia: "Terenzio"
#6 fratello: "Perché?"

14 ottobre 2007

Sono partito democratico e sono arrivato alla stazione

Il vostro rappresentante della lista "I democratici per Enrico Letta" è stato spedito al seggio dell'Arcigay.
Adoro sguazzare in questi dualismi assurdi.

Come ogni rappresentante che si rispetti, mi presenterò cinque minuti prima della chiusura delle votazioni e scroccherò parte della cena agli scrutatori.

11 ottobre 2007

Bertinotti: "Non vanno letti solo i numeri, ma anche le vocali e le consonanti. Qualcuno sa come si fa?"

Trascurando i deliri rifo-dilibertiani, notavo un particolare curioso.
Il referendum è andato piuttosto male in posti come Alenia o Fincantieri o Fiat.
Ora, le prime due sono di fatto aziende pubbliche, la terza è l'azienda più protetta della storia repubblicana (e forse anche prima).

Spiegazioni plausibili?

6 ottobre 2007

Losers

I neozelandesi si sono uniti all'Inter e ai Boston Red Sox nell'esclusivo Club dei Grandi Peracottari.

New Zealanders joined FC Internazionale Milan and Boston Red Sox in the exclusive Great Peracottaris Club.

(Se non si fosse capito io tifo Argentina)

Autoreferenziale ar cubbo

Il mio vecchio amico Alex, uno scooterista per i cavi che gli escono da casco sembra Jim Carrey in Batman Forever, si è inventato la toolbar.

In pratica, la installate e siete sempre aggiornati sull'andamento del suo blog.

Sì, fa anche altre cose.

4 ottobre 2007

Real seventies (8)

A casa mia, da circa una settimana, vedo spesso in giro un palloncino di Susanna Tutta Panna.

Una carezza in un pugno

Stamattina sentivo alla radio il grande bomber*, che riferendosi alla sceneggiata di Dida dopo il buffetto del Ken il Guerriero** scozzese, ha immaginato se una cosa del genere fosse capitata a un altro giocatore.
A me è venuto in mente Mexes, e di sicuro la Scozia avrebbe un residente in meno.

Agevolo il filmato qui sotto per dare una mezza idea.



* per i non romanisti, Roberto Pruzzo.
** L'idea di Ken mi è venuta da questo articolo su it.sport.calcio.milan, invece Akille propende per Kill Bill.