7 novembre 2005

Segarole* moderne

È che vederle a Via del Corso mi fa tornare indietro di vent'anni.

Cosa non è cambiato:
L'indugiare senza sapere cosa fare (perché anche oggi il portafogli di una sedicenne non è adeguato al centro).
I sorrisi a sessataquattro denti di un adolescente che ha fatto una cosa da non fare (e poche cose sono belle come una ragazza che sorride).

Cosa è cambiato:
Multirazzialità (c'era una filippina).
Cellulare (esclusivamente modelli che costano come il mio scooter).
Mutande al vento (tranne una sovversiva, probabile lettrice del blog di Luttazzi, che aveva una minigonna).

*ragazze che marinano la scuola

5 commenti:

  1. E anche l'iPod ora c'è e prima non c'era;-P

    RispondiElimina
  2. Sembrerà strano, ma l'Ipod è roba da trentenni. Non ho mai visto ragazzini che ne abbiano.

    RispondiElimina
  3. Boh, qui da me invece già a 15 anni se ne vedono in giro.
    Roba che magari se lo portano anche al cesso.

    RispondiElimina
  4. I Pod pochini tra "segaroli" ma molti mp3 john

    RispondiElimina
  5. Lele non disprezzare il cesso, luogo culto per libri/fumetti/mp3.

    RispondiElimina