2 maggio 2005

Primi e irlandesi

Monti è un rione del centro di Roma, il rione numero uno, nonché uno dei due (l'altro è Trastevere) ad avere ancora un popolo. Gli abitanti si chiamano monticiani e fino al dopoguerra era tradizione andare al Foro e prendersi a sassate con i trasteverini, dato che dal punto di vista monticiano erano di fuori città.
Ai tempi imperiali questa era già una zona popolare e portava il tremendo nome di Suburra.
Nella Roma dei papi il caporione di Monti era il superiore tra gli altri capi.
I Piemontesi divisero il rione in tre, Monti, Esquilino e Castro Pretorio, ma per i romani è sempre uno.

È una zona di bei locali, ma non di calca.
Qui, in due piccole stradine vicino all'unica torre medievale di Roma, ci sono i primi pub irlandesi della capitale.
Sono molto diversi dai pub irlandesi di adesso, che scrivono Guinness qua e là e mettono un paio di vetrate giallo-verdine: questi sembrano veramente dei pub irlandesi.
Si chiamano Druids Den e Fiddler's Elbow, e hanno aperto più di trent'anni fa.
Quando erano gli unici, a Roma si diceva "andiamo all'airisc" e basta, intendendo uno dei due a caso, tanto erano intercambiabili, e tutti sapevano di cosa si parlava; essendo ricavati da vecchie cantine, sono praticamente dei labirinti.
E sono il primo posto in vita mia dove ho visto i bicchieri conici con la storta, da pinta.

5 commenti:

  1. Druid's DEN diobono, aaa' romano de Roma!!

    RispondiElimina
  2. L'ho trovato scritto in tutti e due i modi, e non ci passo da una vita.

    RispondiElimina
  3. Den ha un pelino più senso, non trovi?
    Il covo del druido
    ;)
    Io ora che ci penso è un annetto che non ci passo, l'ultima volta non mi piacque :)

    RispondiElimina
  4. Se è per il senso inglese del nome, ho visto orrori a cui presto dedicherò un post apposito. :-)

    RispondiElimina
  5. parli del pub irlandese e compaio io. eheh :)

    RispondiElimina