1 giugno 2006

Dinosaurini

Di nuovo al Qube, stavolta per i Dinosaur Jr.
Una band che negli anni '90 aveva conosciuto un periodo di fama inusuale per chi fa alternative. Avevano perfino dei video su MTV.
Parlare di band non è del tutto giusto, in realtà fa tutto John Mascis, il chitarrista e (non sempre) cantante.

Questi concerti sono anche un'occasione per esaminare alcuni reperti archeologici, introvabili altrove.
Nell'ordine:
ragazze truccate come al Pornography Tour dell'82;
grunge;
quarantenni con i jeans aderenti e la maglietta dei Ramones;
uno con un giubbetto con lo stemma della DDR;
uno con la maglietta (fasulla) di Kareem Abdul Jabbar.

Mascis è irriconoscibile, porta i capelli biondi (o bianchi) lunghissimi, tant'è che penso per un po' che siano i supporter.
Sono più spediti di come li ricordavo, e rumorosi.
Chitarra super distorta, basso suonato come fosse una chitarra.
Non li aiuta l'interno del Qube, che è del tutto metallico, e rimbomba.
Le canzoni hanno forse qualche somiglianza di troppo l'una con l'altra, ma questi con chitarra basso e batteria fanno più casino di un festival metallaro.

Una nota per concertari: 18 € di biglietto non sono pochissimi, ci possono stare dato il blasone della band, ma 20 € per una maglietta è da cretini.
Tutti quelli che vanno a un concerto se la comprerebbero, certo non per andare al veglione di capodanno, ma per ricordo.
A 10 € le avrebbero finite, così gli sono rimaste tutte lì, malgrado la graziosa morettina che le vendeva.

Ieri mattina ho scoperto che una mia collega abita proprio sulla strada del Qube, e odia tutti quelli che ci vanno perché parcheggiano da criminali e fanno casino fino a tardi.

3 commenti:

  1. Quindi son pure famosi? Vivo in una bolla d'aria..

    RispondiElimina
  2. ah! ero rimasta a jurassic park

    kzissou

    RispondiElimina
  3. La musica no, ma il nome lo ricordo :-)

    RispondiElimina